Tegole e coppi Brescia

Realizzazione tegole e coppi per tetti

La tegola è un manufatto realizzato in materiali resistenti ma allo stesso tempo leggeri, come il laterizio (il più diffuso per quanto attiene questo tipo di elemento), l’ardesia (o altre rocce), il legno, il cemento o il metallo. Le tegole sono utilizzate solitamente come manto di copertura per le coperture a tetto (o falda inclinata) e costituiscono i cosiddetti “sistemi di copertura discontinui” cioè a piccoli elementi per distinguerli dalle “coperture continue” a grandi lastre.

Una tegola in cemento è impermeabile all’acqua, resiste al carico di rottura a flessione e resiste al gelo. Le tegole in laterizio oggi sostituiscono il normale coppo rendendo il manto di copertura più leggero.

Tipologie di tegole

Esistono diversi tipi di tegole, evolutesi nel corso dei secoli, che variano a seconda delle località e dei materiali utilizzati:

  • il coppo, di laterizio a stampo curvo, è il tipo di tegola più diffuso in Italia;
  • l’embrice (o tegola romana), di laterizio, di forma piana con bordi rialzati, utilizzata insieme ai coppi per le coperture tradizionali, soprattutto dell’Italia centrale.
  • la tegola marsigliese, di laterizio, piana con dei solchi longitudinali, per favorire lo scorrimento delle precipitazioni, e dentelli laterali per la sovrapposizione reciproca;
  • la tegola portoghese: di laterizio, ha una onda e una parte piana, su cui si poggia e va ad agganciarsi l’onda della tegola di fianco. La parte ad onda va a restringersi verso l’alto e può avere dei rilievi per agganciarsi alla tegola a monte.
  • la tegola canadese;
  • le lastre di ardesia o di altre pietre (losa o beola);
  • le scandole di legno;
  • le chiancarelle in pietra.